Sapea Srl

Radioprotezione

Nel settore delle analisi di rischio e della gestione della sicurezza nel campo della radioprotezione, affidati a Sapea.

La sapea mette a disposizione un team di Esperti Qualificati e Fisici Sanitari in grado di offrire consulenza nei seguenti settori:

Radiazioni ionizzanti

Radiazioni ionizzanti - Incarico di esperto qualificato ai sensi del D.Lgs.230/95

L’incaricato di ESPERTO QUALIFICATO ai sensi del D.Lgs.230/95 prevede i seguenti servizi:

  • disposizioni e procedure d’intervento per la variazione o l’apertura di pratiche comportanti la detenzione e l’impiego di sorgenti radiogene;
  • verifica periodica dell’efficacia dei dispositivi e delle tecniche di radioprotezione;
  • sorveglianza ambientale di radioprotezione nelle zone controllate e sorvegliate;
  • verifica e valutazione del carico di lavoro;
  • assistenza, nell’ambito delle proprie competenze, al datore di lavoro nell’individuazione e nell’adozione delle azioni da compiere in caso di incidente;
  • assistenza nei rapporti con gli Enti di Vigilanza;
  • consulenza in fase progettuale per la scelta e l’acquisto di sorgenti radioattive.
Radiazioni ionizzanti - Incarico di esperto in fisica medica ai sensi del D.Lgs.187/00

L’incaricato di ESPERTO IN FISICA MEDICA ai sensi del D.Lgs.187/00 prevede i seguenti servizi:

  • stesura del programma di garanzia della qualità (art. 8, comma 2);
  • controlli di qualità con la predisposizione del relativo protocollo e l’esecuzione delle prove necessarie ad esprimere il giudizio di idoneità all’uso clinico delle attrezzature;
  • verifica dei livelli diagnostici di riferimento (LDR) per la determinazione della dose o dell’attività somministrata ai pazienti.
Indagine e consulenza per problematiche legate al gas Radon

In base a quanto previsto dalla normativa vigente in materia di protezione dalle radiazioni ionizzanti (D.Lgs. n. 230/1995 e successive modifiche ed integrazioni) che disciplina anche le attività lavorative svolte in luoghi sotterranei al fine della tutela dei lavoratori dai rischi dovuti a esposizione a radioattività naturale, la nostra Società è in grado di svolgere i controlli sulle concentrazioni di attività medie di radon in un anno presenti nei locali sotterranei.

Radiazioni non ionizzanti

Radiazioni ionizzanti - Incarico di Esperto Responsabile della Sicurezza

L’incarico di Esperto Responsabile della Sicurezza prevede i seguenti compiti:

  • verifica della corretta esecuzione dell’installazione dell’apparecchiatura a Risonanza Magnetica Nucleare e degli impianti secondo quanto indicato nel progetto esecutivo;
  • stesura del regolamento;
  • controllo dei collaudi;
  • sorveglianza ambientale;
  • sorveglianza del personale e della popolazione;
  • redazione del manuale dell’esperto responsabile;
  • predisposizione della documentazione inerente la pratica di diagnostica a MR per la comunicazione dell’avvenuta installazione agli organi di vigilanza e controllo;
  • attuazione del programma di garanzia della qualità seguendo quanto contenuto nei protocolli internazionali AAPM e EUROSPIN II.
Indagine e consulenza nella valutazione dei rischi da radiazioni non ionizzanti (campi elettromagnetici)

Il servizio prevede la valutazione dei rischi associati all’esposizione professionale ai campi elettromagnetici dei lavoratori della società ai sensi degli artt. 28 e 181 del D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008.  In particolare si procederà all’effettuazione delle seguenti attività:

  • Valutazione e misure a banda larga di campi ELF (Extremely Low Frequencies) nella banda 5 Hz – 32 kHz in corrispondenza delle cabine di trasformazione, dei quadri elettrici, delle sale CED della sede e a campione nelle postazioni lavorative e/o luoghi accessibili ai lavoratori nei piani della sede;
  • Valutazione e misure a banda larga di campi RF & MW (Radio Frequencies and Microwaves) nella banda 100 kHz – 3 GHz a campione nelle postazioni lavorative e/o luoghi accessibili ai lavoratori dei piani della sede.

Al termine delle attività indicate nei precedenti punti sarà redatta una relazione tecnica riportante le valutazioni e/o le misurazione dei campi elettromagnetici nell’ambito della valutazione dei rischi ai sensi dell’art. 28 e dell’art. 181 del D.L. n.81/08 in conformità con gli adempimenti previsti al Capo IV del Titolo VIII sulla protezione dall’esposizione ai campi elettromagnetici. La relazione sarà corredata da eventuali allegati tecnici e normativi di specifico interesse.

Tutte le misure dei campi ELF e dei campi RF & MW saranno effettuate con strumentazione per la misura dei costituita da misuratori di campo della Wandel & Goltermann, in particolare EFA-300 per i campi ELF e EMR-30 per i campi LF, RF & MW. La suddetta strumentazione è stata sottoposta a taratura ed a verifiche di corretto funzionamento.

La valutazione verrà eseguita con il metodo del “campionamento” che prevede un massimo di 6 punti di misura.

La valutazione dei campi elettromagnetici sarà riportata su una relazione tecnica e saranno evidenziati i risultati ottenuti e la conformità alle norme.

Indagine e consulenza nella valutazione dei rischi da esposizione
a radiazioni ottiche

Il Datore di lavoro procede alla valutazione del rischio da esposizione alle radiazioni ottiche coerenti. Le apparecchiature che emettono radiazione ottica coerente presenti all’interno della sede o utilizzate dal personale sono:

  • laser utilizzati dalla fisioterapia;
  • laser utilizzati nella chirurgia;
  • laser utilizzati nell’ottica;
  • laser utilizzati nell’estetica.
ESEMPI DI SORGENTI LASER
  • applicazioni mediche e per uso estetico
  • applicazioni per solo uso estetico (es. depilazione)
  • telecomunicazioni, informatica
  • lavorazioni di materiali (taglio, saldatura, marcatura e incisioni)
  • metrologia e misure
  • applicazioni nei laboratori di ricerca
  • beni di consumo (es. lettori CD e “bar code”) e intrattenimento (es. laser per discoteche e concerti)

Il Datore di lavoro procede alla valutazione del rischio da esposizione alle radiazioni ottiche coerenti.

Le apparecchiature che emettono radiazione ottica coerente presenti all’interno della sede o utilizzate dal personale sono:

  • laser utilizzati dalla fisioterapia;
  • laser utilizzati nella chirurgia;
  • laser utilizzati nell’ottica;
  • laser utilizzati nell’estetica.

Nella valutazione dei rischi il Datore di Lavoro,coadiuvato dalla Sapea, esamina le sorgenti di radiazioni ottiche non coerenti a cui sono esposti i lavoratori della società e valuta, considerando la  classificazione prevista dalle norme tecniche specifiche, gli standard tecnici e le condizioni di impiego, se danno luogo ad esposizioni tali da presentare rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Nel caso le sorgenti laser  siano di classe 3B o 4  è necessario nominare l’Addetto alla Sicurezza Laser .

Il servizio della Sapea prevede lo svolgimento delle attività di assistenza e consulenza specialistica all’Addetto Sicurezza Laser (ASL), nominato dal Datore di Lavoro, finalizzate agli adempimenti in materia di sicurezza nell’utilizzo delle sorgenti Laser. In particolare nell’espletamento delle seguenti attività:

▪           valutazione delle condizioni di sicurezza dell’ambiente e degli operatori sia in fase di acquisto che durante l’utilizzo della sorgente;

▪           individuazione dei dispositivi di protezione individuale adatti a ciascuna sorgente;

▪           delimitazione delle ZONE LASER CONTROLLATE;

▪           effettuazione delle attività di formazione, informazione ed addestramento del personale operatore;

▪           effettuazione i test di accettazione di ogni sorgente ed i controlli periodici di sicurezza;

▪           analisi di tutti gli infortuni ed incidenti che riguardano le sorgenti laser,

▪           definizione delle procedure di sicurezza;

▪           definizione e mantenimento del programma di assicurazione della qualità.

Inoltre, il servizio prevede lo svolgimento delle misure strumentali e dei controlli previsti dal programma di garanzia della qualità, secondo quanto stabilito dalla Norma CEI 76-6.

Rimangono escluse dalla presente offerta le attività di progettazione, realizzazione di interventi, collaudo, compilazione di allegati tecnici, la realizzazione di indagini e relazioni tecniche o scientifiche specialistiche e quant’altro non altrimenti espressamente specificato.

Dosimetria

Dosimetria personale e ambientale

L’esperto qualificato attraverso dosimetri personale, attribuiti al personale esposto in base alla classificazione, verifica il corretto funzionamento dei dispositivi e delle tecniche di radioprotezione ed attribuisce con opportune valutazioni i valori di dose efficace assorbiti dal lavoratore esposto in uno specifico periodo e dai gruppi di riferimento della popolazione in condizioni normali, nonché la valutazione delle esposizioni in caso di incidente.

Dosimetri ambientali. Opportunamente posizionati garantiscono il controllo dei valori di dose negli ambienti con rischio di irraggiamento.

Fornitura - lettura dei dosimetr

Atro testo mancante per questa tipologia di servizio –

L’esperto qualificato attraverso dosimetri personale, attribuiti al personale esposto in base alla classificazione, verifica il corretto funzionamento dei dispositivi e delle tecniche di radioprotezione ed attribuisce con opportune valutazioni i valori di dose efficace assorbiti dal lavoratore esposto in uno specifico periodo e dai gruppi di riferimento della popolazione in condizioni normali, nonché la valutazione delle esposizioni in caso di incidente.

L’incaricato di ESPERTO QUALIFICATO ai sensi del D.Lgs.230/95 prevede i seguenti servizi:

  • disposizioni e procedure d’intervento per la variazione o l’apertura di pratiche comportanti la detenzione e l’impiego di sorgenti radiogene;
  • verifica periodica dell’efficacia dei dispositivi e delle tecniche di radioprotezione;
  • sorveglianza ambientale di radioprotezione nelle zone controllate e sorvegliate;
  • verifica e valutazione del carico di lavoro;
  • assistenza, nell’ambito delle proprie competenze, al datore di lavoro nell’individuazione e nell’adozione delle azioni da compiere in caso di incidente;
  • assistenza nei rapporti con gli Enti di Vigilanza;
  • consulenza in fase progettuale per la scelta e l’acquisto di sorgenti radioattive.

L’incaricato di ESPERTO IN FISICA MEDICA ai sensi del D.Lgs.187/00 prevede i seguenti servizi:

  • stesura del programma di garanzia della qualità (art. 8, comma 2);
  • controlli di qualità con la predisposizione del relativo protocollo e l’esecuzione delle prove necessarie ad esprimere il giudizio di idoneità all’uso clinico delle attrezzature;
  • verifica dei livelli diagnostici di riferimento (LDR) per la determinazione della dose o dell’attività somministrata ai pazienti.

In base a quanto previsto dalla normativa vigente in materia di protezione dalle radiazioni ionizzanti (D.Lgs. n. 230/1995 e successive modifiche ed integrazioni) che disciplina anche le attività lavorative svolte in luoghi sotterranei al fine della tutela dei lavoratori dai rischi dovuti a esposizione a radioattività naturale, la nostra Società è in grado di svolgere i controlli sulle concentrazioni di attività medie di radon in un anno presenti nei locali sotterranei.

L’incarico di Esperto Responsabile della Sicurezza prevede i seguenti compiti:

  • verifica della corretta esecuzione dell’installazione dell’apparecchiatura a Risonanza Magnetica Nucleare e degli impianti secondo quanto indicato nel progetto esecutivo;
  • stesura del regolamento;
  • controllo dei collaudi;
  • sorveglianza ambientale;
  • sorveglianza del personale e della popolazione;
  • redazione del manuale dell’esperto responsabile;
  • predisposizione della documentazione inerente la pratica di diagnostica a MR per la comunicazione dell’avvenuta installazione agli organi di vigilanza e controllo;
  • attuazione del programma di garanzia della qualità seguendo quanto contenuto nei protocolli internazionali AAPM e EUROSPIN II.

Il servizio prevede la valutazione dei rischi associati all’esposizione professionale ai campi elettromagnetici dei lavoratori della società ai sensi degli artt. 28 e 181 del D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008.  In particolare si procederà all’effettuazione delle seguenti attività:

  • Valutazione e misure a banda larga di campi ELF (Extremely Low Frequencies) nella banda 5 Hz – 32 kHz in corrispondenza delle cabine di trasformazione, dei quadri elettrici, delle sale CED della sede e a campione nelle postazioni lavorative e/o luoghi accessibili ai lavoratori nei piani della sede;
  • Valutazione e misure a banda larga di campi RF & MW (Radio Frequencies and Microwaves) nella banda 100 kHz – 3 GHz a campione nelle postazioni lavorative e/o luoghi accessibili ai lavoratori dei piani della sede.

Al termine delle attività indicate nei precedenti punti sarà redatta una relazione tecnica riportante le valutazioni e/o le misurazione dei campi elettromagnetici nell’ambito della valutazione dei rischi ai sensi dell’art. 28 e dell’art. 181 del D.L. n.81/08 in conformità con gli adempimenti previsti al Capo IV del Titolo VIII sulla protezione dall’esposizione ai campi elettromagnetici. La relazione sarà corredata da eventuali allegati tecnici e normativi di specifico interesse.

Tutte le misure dei campi ELF e dei campi RF & MW saranno effettuate con strumentazione per la misura dei costituita da misuratori di campo della Wandel & Goltermann, in particolare EFA-300 per i campi ELF e EMR-30 per i campi LF, RF & MW. La suddetta strumentazione è stata sottoposta a taratura ed a verifiche di corretto funzionamento.

La valutazione verrà eseguita con il metodo del “campionamento” che prevede un massimo di 6 punti di misura.

La valutazione dei campi elettromagnetici sarà riportata su una relazione tecnica e saranno evidenziati i risultati ottenuti e la conformità alle norme.

Il Datore di lavoro procede alla valutazione del rischio da esposizione alle radiazioni ottiche coerenti.

Le apparecchiature che emettono radiazione ottica coerente presenti all’interno della sede o utilizzate dal personale sono:

  • laser utilizzati dalla fisioterapia;
  • laser utilizzati nella chirurgia;
  • laser utilizzati nell’ottica;
  • laser utilizzati nell’estetica.
ESEMPI DI SORGENTI LASER
  • applicazioni mediche e per uso estetico
  • applicazioni per solo uso estetico (es. depilazione)
  • telecomunicazioni, informatica
  • lavorazioni di materiali (taglio, saldatura, marcatura e incisioni)
  • metrologia e misure
  • applicazioni nei laboratori di ricerca
  • beni di consumo (es. lettori CD e “bar code”) e intrattenimento (es. laser per discoteche e concerti)

Nella valutazione dei rischi il Datore di Lavoro,coadiuvato dalla Sapea, esamina le sorgenti di radiazioni ottiche non coerenti a cui sono esposti i lavoratori della società e valuta, considerando la  classificazione prevista dalle norme tecniche specifiche, gli standard tecnici e le condizioni di impiego, se danno luogo ad esposizioni tali da presentare rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Nel caso le sorgenti laser  siano di classe 3B o 4  è necessario nominare l’Addetto alla Sicurezza Laser .

Il servizio della Sapea prevede lo svolgimento delle attività di assistenza e consulenza specialistica all’Addetto Sicurezza Laser (ASL), nominato dal Datore di Lavoro, finalizzate agli adempimenti in materia di sicurezza nell’utilizzo delle sorgenti Laser. In particolare nell’espletamento delle seguenti attività:

▪           valutazione delle condizioni di sicurezza dell’ambiente e degli operatori sia in fase di acquisto che durante l’utilizzo della sorgente;

▪           individuazione dei dispositivi di protezione individuale adatti a ciascuna sorgente;

▪           delimitazione delle ZONE LASER CONTROLLATE;

▪           effettuazione delle attività di formazione, informazione ed addestramento del personale operatore;

▪           effettuazione i test di accettazione di ogni sorgente ed i controlli periodici di sicurezza;

▪           analisi di tutti gli infortuni ed incidenti che riguardano le sorgenti laser,

▪           definizione delle procedure di sicurezza;

▪           definizione e mantenimento del programma di assicurazione della qualità.

Inoltre, il servizio prevede lo svolgimento delle misure strumentali e dei controlli previsti dal programma di garanzia della qualità, secondo quanto stabilito dalla Norma CEI 76-6.

Rimangono escluse dalla presente offerta le attività di progettazione, realizzazione di interventi, collaudo, compilazione di allegati tecnici, la realizzazione di indagini e relazioni tecniche o scientifiche specialistiche e quant’altro non altrimenti espressamente specificato.

Nuovo progetto(1)

Scopri come possiamo aiutarti, chiama ora!